The Summer is Magic

Quante volte avete pensato che l’estate fosse davvero magica? Che in estate tutto è permesso, che ci si diverte, ci si rilassa; che in estate si vive meglio; così meglio da ritenere che mollare tutto per andare a vivere in uno di quei paesi “sempre verdi”, magari aprendosi un chioschetto sulla spiaggia, possa essere la soluzione a tutti i vostri problemi?

Sappiamo bene che un leader che vuole controllare un paese lasciando ai più un’apparente sensazione di democrazia, si deve servire di strumenti che la massa non riesca a notare facilmente. Uno di essi, tra i più sottili ed efficaci in quanto permette la formazione di una leggera e necessaria valvola di sfogo, è la pianificazione delle attività d’intrattenimento della popolazione. Una strutturazione adeguata dell’agenda di massa, che comprenda tutte le attività che l’uomo è spinto a “voler” svolgere, garantisce sempre un controllo stabile e duraturo. Gli esempi li troviamo in tutti gli ambiti. Il cinema globalizzato, la musica, i villaggi turistici, le discoteche; potremmo continuare a lungo. Una massa controllata, pensa di ritagliarsi uno spazio di libertà al di fuori degli schemi attraverso attività come ad esempio l’andare in discoteca il sabato sera, ascoltare gli ultimi tormentoni, sballarsi etc. In realtà, pur non essendone consapevole, con tale comportamento asseconda le linee di controllo. I ritmi della vita che la società in cui viviamo ci esorta a sostenere, sono palesemente innaturali. Per far si che la massa li accetti, e non si ribelli, si permettono delle false “uscite dai binari” come lo sballo del fine settimana, o la vacanza estiva. In poche parole è come in un allevamento di sapiens. Gli animali vengono costretti dal fattore ad attività produttive estenuanti, ma per far si che essi non si rifiutino di produrre perché ritenuti schiavi, li si lascia pascolare liberi due giorni a settimana, e un mesetto in estate, così, per assaggiare una libertà che non vedranno mai veramente. E’ risaputo che l’elemento che più annichilisce la creatività, è la standardizzazione. Rendendo standardizzate tutte le attività dell’uomo, comprese quelle improduttive come il divertirsi, il rilassarsi o il riflettere, automaticamente si rendono esse piatte, e sterili. Il meccanismo è simile a quello della circoscrizione del campo delle scelte effettuate negli anni dalla televisione. Non si vieta l’attività, ma la si pianifica, la si chiude in una scatola nella quale crescere. A chi vorrà piantare il germoglio della propria immaginazione, il leader fornirà il giorno e l’orario in cui piantarlo, e anche il vaso (di una certa capienza stabilita) da utilizzare. Per quanto la pianta possa crescere, il leader conosce già la dimensione massima che essa potrà raggiungere, impedendo così la perdita del controllo. Con la pianificazione e la standardizzazione, non si può scoprire nulla di nuovo, si gioca sempre nello stesso campo, e non si lascia spazio all’evoluzione. Se ci lasciamo pianificare anche le attività improduttive, i possibili sfoghi ed il relax ci lasciamo intrappolare in una gabbia, una scatola chiusa. Dobbiamo imparare a vivere senza pianificare, liberare la mente. Dobbiamo imparare a metterci in ascolto, affinché possano venire a noi idee nuove e creative che altrimenti non riusciremmo nemmeno a immaginare. Non possiamo più rimanere a guardare, bisogna iniziare a proporre iniziative per creare, noi stessi, i modi di vivere a misura d’uomo.

Altrimenti accadrà che reduci da uno stancante anno scolastico-accademico o lavorativo, ci ritroveremo con le braccia alzate in una grossa e rumorosa discoteca a ringraziare l’avvento della tanto agognata estate al grido, un poco ebro, di “The summer is magic”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: