Cina, 9 suicidi nella fabbrica iPad

Con la morte di Nan Gang, 21 anni, che nella notte tra il 20 e il 21 maggio si è lanciato dal tetto del palazzo dormitorio, sale a nove il numero dei suicidi tra i dipendenti della società tecnologica cinese Foxconn. Ne dà notizia l’agenzia Nuova Cina. Altri due impiegati della stessa società si sono lanciati in passato dal dormitorio di Shenzhen, ma sono ancora in vita, portando così il bilancio a undici tentativi di suicidio, nove morti e una morte per cause naturali tra i dipendenti della società.

La Foxconn Technologies appartiene alla società taiwanese Hon Hai Group e produce parti per i prodotti Apple, come iPad e iPod, e per Sony Ericsson. Conta 800 mila dipendenti in Cina, 420mila solo a Shenzhen. La maggior parte degli impiegati è sotto i 30 anni. Nan Gang, il giovane suicidatosi questa mattina all’alba, guadagnava tra i 100 e i 200 euro al mese. Non si conoscono le cause dei suicidi, ma si punta il dito contro le condizioni di lavoro dei dipendenti. La Beijing Television ha mostrato un video nel quale si vedono dipendenti della società picchiati con bastoni dalle guardie a custodia dello stabilimento di Pechino. Il video ha fatto il giro del web, suscitando le proteste dei navigatori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: