Bangkok, nuovo ultimatum manifestante ucciso dai cecchini

Imposto il coprifuoco nel quartiere della capitale dove proseguono gli scontri costati la vita a 25 antigovernativi. Altri tre feriti gravemente. L’esercito ha dato 24 ore per sgomberare il presidio. Le autorità hanno autorizzato a evacuare anziani, donne e bambini

BANGKOK – Sempre alta la tensione intorno al quartiere di Bangkok occupato dai manifestanti antigovernativi, dopo i violenti scontri 1 che hanno fatto 25 morti e circa 200 feriti da giovedì sera, quando l’esercito ha bloccato l’area. Oggi i cecchini dell’esercito thailandese hanno ucciso un manifestante e ferito gravemente altre tre persone, tra cui uno straniero secondo quanto riferisce un cronista dell’Ansa sul posto. Colpito alla testa, un uomo è morto durante il trasporto in ospedale. Teatro dell’incidente via Rama IV, la stessa in cui nei giorni scorsi hanno perso la vita numerosi manifestanti antigovernativi e dove proseguono gli scontri con i militari.

Nuovo ultimatum dell’esercito.
Intanto l’esercito ha lanciato un nuovo ultimatum alle camicie rosse: i dimostranti hanno tempo fino alle 15 (le 10 in Italia) di lunedì per lasciare il presidio nel quartiere finanziario della capitale. Lo ha annunciato il colonnello Sunsern Kaewkamnerd del centro di emergenze thailandese (Cres), citato dalla Cnn, precisando che gli uomini che lasceranno il presidio dovranno essere identificati, mentre donne e bambini no. La misura rientra nell’ambito del coprifuoco in alcuni quartieri della capitale, dalle 23 alle 5 del mattino, annunciato dalle autorità. “Una misura necessaria per permettere all’esercito di distinguere la gente comune dai terroristi” ha precisato il colonnello. Le autorità hanno inoltre autorizzato la Croce rossa e altre organizzazioni umanitarie a sgomberare donne, bambini e anziani dall’accampamento delle camicie rosse, dove ormai il cibo comincia a scarseggiare.

Bbc: spari sui dimostranti disarmati.
Il corrispondente della Bbc sul posto, Alastair Leithead, riferisce via Twitter che l’esercito spara sui dimostranti nell’area di Rama IV, la strada a sudest del presidio delle camicie rosse. “Sto filmando l’esercito che spara con gli M16 sui dimostranti disarmati che stavano dando fuoco ai pneumatici a Rama IV”, ha scritto Leithead. Sul posto sono arrivate delle ambulanze: ci sarebbe almeno un ferito, colpito al torace...continua su La Repubblica…

“Con i nostri figli sulle barricate: pronti a morire per la democrazia”

LE FOTO DELLA RIVOLTA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: