Gugliotta, sciopero della fame in cella Il ragazzo: “Non ce la faccio più”

La decisione del giovane detenuto a Regina Coeli che stamattina ha visto il padre

“Non ce la faccio più. Da oggi non voglio più mangiare né bere”. Sono queste le parole che Stefano Gugliotta, il ragazzo di 25 anni picchiato dagli agenti di polizia la sera della finale di Coppa Italia e ora detenuto nel carcere di Regina Coeli, ha detto questa mattina a suo padre. “Siamo arrabbiati – ha detto il genitore che indossa anche oggi una maglia di color rosso – non vediamo l’ora che esca. Come fanno a difendere delle persone accusando mio figlio?”.

In maglia rossa, oggi sit-in di solidarietà a Trastevere, mentre il procuratore capo Giovanni Ferrara e il pm Francesco Polino incontreranno gli investigatori per fare il punto e decidere sulla posizione del ragazzo. Pare si arriverà a una richiesta di scarcerazione della stessa procura. Sulla vicenda risponderà anche il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito nel corso del Question time nell’Aula Montecitorio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: