Dl carceri, la Lega pressa e il governo ci ripensa non più automatico l’ultimo anno a casa

Messo all’angolo dal pressing della Lega il governo rimette mano al ddl Alfano 1 e lo riscrive completamente secondo i desiderata leghisti. Il governo ha presentato tre emendamenti in commissione giustizia alla Camera che cancellano l’automatismo per cui ai detenuti a cui resta un anno di pena è concesso di scontarla a domicilio. Adesso toccherà al magistrato di sorveglianza valutare caso per caso, tenendo d’occhio anche “l’idoneità” del domicilio.

Stralciato invece l’articolo che prevedeva la sospensione della detenzione con la messa alla prova presso i servizi sociali. Lo stralcio è stato votato quasi all’unanimità dalla commissione: contro si è espressa solo la deputata radicale eletta nel Pd Rita Bernardini, in sciopero della fame proprio per protesta contro il sovraffollamento delle carceri.

La commissione tornerà a riunirsi domani quando alle 10 scadrà il termine per i subemendamenti agli emendamenti presentati dal governo.

La Repubblica

Il ragazzo pestato in carcere ” Sono qui senza motivo, non dormo più”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: