L’Italia dichiara guerra alla crisi economica

Non è vero che l’economia italiana va così male. Nonostante la crisi, infatti, c’è un settore che non conosce recessioni e che a fine 2009 ha fatto registrare un incremento delle esportazioni del 61 %: l’industria degli armamenti.

La settimana scorsa a Brescia, in concomitanza con l’apertura di EXA (la Mostra Internazionale di Armi sportive, Security e Outdoor svoltasi dal 10 al 13 aprile 2010) OPAL – Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere e Politiche di Sicurezza e Difesa – ha presentato il terzo rapporto annuale sulla produzione ed esportazione di armi. OPAL, nato a Brescia nel 2003 e formato da associazioni e singoli cittadini, è l’unico ente di ricerca in Europa avente lo scopo di monitorare la produzione e il commercio di armi che non riceve finanziamenti pubblici, ma vive grazie al volontariato e ai contributi dei privati e delle associazioni che ne fanno parte.

Sull’annuario di quest’anno, intitolato “Difendiamoci dalle armi”, ampio spazio è dato all’esportazione degli armamenti: nel 2009 l’export italiano di armi da guerra è stato di 4,9 miliardi di Euro, con un aumento del 61% rispetto al 2008. A tanto ammontano le autorizzazioni all’esportazione rilasciate dal Governo lo scorso anno, sulle quali la maggior parte dei media nazionali ha taciuto. A questi 4,9 miliardi però andrebbero sommati, secondo OPAL, gli altri 1,8 miliardi di Euro di autorizzazioni per le forniture di armi destinate ai Programmi Intergovernativi NATO-Unione Europea. E non va dimenticato che il 2008, a sua volta, era stato un anno record per le esportazioni di armamenti: +220%. Sì, avete letto bene: due anni fa, mentre l’Italia veniva travolta dalla crisi economica, il settore armiero registrava un incremento dell’export a tre cifre.

I più autorevoli istituti di ricerca a livello internazionale – quali il SIPRI in Svezia e il GRIP in Belgio, per citarne solo alcuni – danno l’Italia tra i primi cinque paesi esportatori di armi al mondo. Mentre secondo lo statunitense Congressional Research Service, come pubblicato nel suo Report del 4 settembre 2009, l’Italia si colloca addirittura al secondo posto per contratti di fornitura di armi siglati tra il 2008 e il 2009 a livello mondiale, dopo gli U.S.A. e prima della Russia – con un ammontare complessivo di 3,7 miliardi di Dollari di autorizzazioni all’export…continua su Terranauta…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: