Fiamme nel CIE di Bologna

INCAZZATI NERI!

A Bologna, i reclusi del Centro sono incazzati neri. Lo sono da tempo, e ne hanno tutte le ragioni. Ieri, grazie ad un presidio organizzato  oltre le mura dai compagni, hanno ripreso saldamente i contatti con fuori. E hanno pure preso coraggio: da questa mattina  in cinquanta sono in sciopero della fame.

Ascoltate quante e quali cose aveva da urlarci in faccia questo pomeriggio Mohammed, che abbiamo sentito ai telefoni di Radio Blackout:

E ascoltate come una compagna bolognese, questa mattina, ci descriveva la situazione:

I prigionieri di Corelli, da parte loro, hanno accolto la notizia dello sciopero a Bologna con urla di gioia e di lotta. A un compagno del Comitato di Milano hanno dettato questo improvvisato “comunicato”:

«Vogliamo  che tutti sappiano che la solidarietà tra i reclusi è sempre forte e presente, e vogliono poter comunicare con quelli di Bologna… Per noi che stiamo facendo questo sciopero della fame da un mese e mezzo è molto importante sapere che  la lotta se allarga, e accogliamo con molto calore (anche se siamo rinchiusi in queste gabbie  fredde), che sono altre 50 tra  donne e uomini che lottano  insieme noi per la chiusura di questi lager. Importante è lottare e non  stare addormentati come vogliono loro. Un grande abbraccio a tutti gli scioperanti di Bologna.»

Aggiornamento ore 21,30. Un presidio è in corso in via Mattei, a Bologna, fuori dal Cie, in solidarietà con gli scioperanti. La situazione è molto calda e da dentro i reclusi si fanno sentire urlando e bruciando masserizie: via Mattei è piena di fumo…

Ascolta la diretta con una compagna bolognese dal presidio:

Leggi su “Macerie” come i solidali bolognesi hanno sintetizzato la situazione di via Mattei, aggiornata al presidio di oggi…

AGGIORNAMENTI DAL CIE DI BOLOGNA:

Durante il presidio in solidarietà con i reclusi in sciopero della fame da questa mattina, dall’interno del Centro è salito un grande fumo che per più di un’ora ha circondato l’intero edificio. Prima avevamo riferito della solidarietà affettuosa giunta dal Cie di Milano, accolta con forti battiture. Molte le telefonate che ci raccontavano di una tensione molto alta e della necessità di far sapere più possibile all’esterno dello sciopero.
Siamo riusciti a fare entrare, con un po’ di pressioni, succhi di frutta per sostenere chi è in sciopero della fame e, dopo pochi minuti, abbiamo notato del fumo che usciva dal retro dell’edificio che si vede dalla strada. I contatti sono continuati fino a quando ci hanno detto che stava succedendo qualcosa di brutto e che ci avrebbero richiamati più tardi. La tensione è cresciuta anche all’esterno, i poliziotti hanno indossato i caschi e gli scudi e ci hanno accerchiati spintonando i compagni che tenevano uno striscione e quelli che stavano volantinando in mezzo alla strada. Hanno intimato di spegnere l’impianto mentre l’accerchiamento continuava a stringersi. Poco prima eravamo riusciti ad avvertire altri compagni in città e fuori per far girare la voce su quanto stava accadendo. Le radio locali pare abbiano poi trasmesso la notizia.
Abbiamo tentato di restare il più possibile prendendo tempo ma la sbirraglia non ci lasciava molta scelta e quindi, con un ultimo saluto ai reclusi e dopo averli informati della situazione, ci siamo allontanati.
Ora abbiamo saputo che dentro è “tornata la calma” e che nessuno è stato portato via. Aspettiamo altre notizie e daremo aggiornamenti. Da domani ci si organizzerà per continuare a portare sostegno sia con viveri che con iniziative.
Solidali con i reclusi

Tentato suicidio nel CIE di Torino

Carcere, ancora morte: a Secondigliano due detenuti morti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: