Trento, operazione contro l’immigrazione clandestina nelle fabbriche in disuso

E’ ancora l’alba quando noto i lampeggianti, la confusione, l’assembramento di auto e divise. Passo vicino al personale della Questura e della Polizia municipale appostato fuori dall’area abbandonata dell’ex Italcementi, cercando di captare qualche frase, osservo attentamente fra le fila delle forze dell’ordine i visi ancora assonnati ed infreddoliti degli agenti, poi, il mio sguardo si perde, oltre il muro della fabbrica, a cercare i visi di quelli che ci vivono, i fantasmi della città.

Cerco di informarmi, di capire se la retata è “solo” in quella fabbrica o si tratta di un’operazione più vasta. Giornalisti? Nessuno sa niente, molti sembrano scocciati, vuoi per l’ora, vuoi perché questo tipo di notizie tendenzialmente non fa clamore nell’immediato o passa addirittura inosservata. Sul posto non mi pare di vederne e solitamente questo significa che per oggi si limiteranno a riportare il lancio Ansa.

Intanto cominciano le operazioni, in un attimo vedo sfilare numerosi stranieri verso le camionette, vengono caricati ed accompagni in Questura, si tratta di circa 20 persone. E’ presto, la città si sta ancora svegliando, pochi notano l’accaduto, molti i disinteressati, gli indifferenti preoccupati solamente di arrivare in orario sul posto di lavoro o alla scuola dove accompagnano i figli…continua l’articolo…

Cie di Crotone, i poliziotti: «È indegno di un paese civile»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: