Elezioni: astensionismo al 40%, la casta trema!

Non si chiami l’astensione “anti-politica”. Essa è un atto di disobbedienza civile, di Resistenza. Non sul terreno elettorale ma su quello sociale marcerà l’alternativa. E solo in quanto sociale essa sarà democratica. Se, come noi supponiamo, l’affluenza alle urne quest’oggi confermerà quella registratasi ieri, avremo che il 40% degli italiani si sarà rifiutato di andare a votare. Rispetto alle elezioni regionali del 2005 fa un +10% di astenuti. Rispetto a quelle del 1995 un +20%. Il dato è talmente macroscopico che si parla già del “Fattore A”. Dove “A” sta evidentemente per astensione. Non è solo la conferma di una tendenza (l’esodo dalle urne e il disincanto e il disprezzo verso la Casta politica), è la radicalizzazione di quella tendenza.

L’astensionismo di massa è dunque il dato più eclatante, il fatto topico di questa tornata. Certo, a partire da questa sera assisteremo al solito spettacolo per cui i predoni, i ladri del voto, gli abusivi delle istituzioni, si azzufferanno su come spartirsi il bottino. Ma sarà uno spettacolo surreale come non mai, poiché è vero che i seggi della rapina elettorale saranno sempre pari a cento, ma il loro valore reale è come quello di una valuta dopo un default, dimezzato.

La casta, attraverso i suoi pennivendoli, di sinistra e di destra, schiamazza per l’avanzata della cosiddetta “anti-politica”. Intendiamoci, se per “politica” deve definirsi la pantomima a cui siamo abituati da oramai vent’anni, ebbene sì, l’astensione è anti-politica. Dove però quest’anti-politica è un segno, salutare, che il “popolo bue” è meno “bue” di quanto si pensasse. L’avere rispedito al mittente l’appello al voto, il non avere abboccato al grido d’allarme bipartizan per cui questa tornata elettorale era presentata, anzitutto da Berlusconi, come un giudizio universale (“dopo di me il diluvio”), è un atto esemplare di DISOBBEDIENZA CIVILE, un gesto di LEGITTIMA DIFESA. La conferma che non c’è solo un esodo qualunquistico, è il segnale di un risveglio tutto politico, che per ora cammina sottotraccia, ma che è destinato, prima o poi, ad erompere. Quali saranno le forme che questa eruzione prenderà è un’altra storia…continua su reportonline…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: